A Villa Bosso attività per i bimbi... e gli animatori? Sono i genitori

Stampa Home
Articolo pubblicato il 12/08/2017 alle ore 12:30.
A Villa Bosso attività per i bimbi... e gli animatori? Sono i loro genitori
A Villa Bosso attività per i bimbi... e gli animatori? Sono i loro genitori

MATHI. Che fare nel mese di agosto per chi non va in vacanza? Restare a casa, un giretto al parco giochi o a zonzo in un centro commerciale? A porgersi le domande è stata Elisa Fighera, docente di educazione della musica presso le scuole Primarie mathiesi.
Dopo la positiva esperienza degli spettacoli di fine anno con gli allievi della Primaria “Marconi” e dopo l'esperienza altrettanto positiva di “Nati per Leggere”, iniziativa condotta con la biblioteca comunale, Elisa ha deciso di proporre una nuova attività che va ad unire le famiglie con i loro bambini, insieme ad altre. E che permette di tenere aperto il bellissimo parco di Villa Bosso che, altrimenti, rimarrebbe chiuso.
“Per le famiglie che restano a casa ad agosto non ci sono alternative in paese se non andare al parco giochi – spiega Elisa Fighera – Da qui ho pensato di creare una iniziativa che potesse coinvolgere i genitori con i bambini, in modo da creare gruppo, fare sinergia, proporre idee e progetti insieme, e devo dire che l'esperimento è perfettamente riuscito. Ogni lunedì, mercoledì e venerdì ci si incontra, dalle 15 alle 17 a Villa Bosso. Si gioca, si fa musica, si parla, ci si diverte e cosa positiva è che sono i genitori stessi a proporre delle attività.
Sono semplici, quasi volte a riscoprire quel modo semplice di divertirsi e di stare insieme. Come per esempio avere carta e pennarelli e colorare insieme. Ho proposto al Comune questo progetto ed è stato subito accolto favorevolmente con la disponibilità ad aprire il parco della Villa e ospitare i bambini e i genitori. Ad ogni incontro, in media, ce ne sono una decina – conclude Elisa Fighera – E' un esperimento che si potrebbe ripetere anche in altre forme nel periodo invernale. Obiettivo è sempre quello di creare sinergia e divertimento”. Soprattutto occasioni di divertimento per i bambini.

Territori

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica