Al CoroMoro impedito di cantare "Bella Ciao"

Stampa Home
Articolo pubblicato il 11/09/2017 alle ore 19:09.
Al  CoroMoro impedito di cantare  "Bella Ciao" 3
Al CoroMoro impedito di cantare "Bella Ciao" 3

CERES - "Domenica sera  non dovete cantare Bella Ciao alla Sagra del Peperone di Carmagnola".  Questa l'imposizione  di sabato   9 settembre del vicesindaco  di Carmagnola al manager  del gruppo Luca Baraldo. Una richiesta che ha sollevato le proteste  del  gruppo composto da rifugiati e cittadini di origine straniera nato  a Ceres, nelle valli di Lanzo. Così il gruppo  ha deciso di non salire sul palco domenica, alle 21, alla serata  finale della Sagra del Peperone in segno di protesta  contro la richiesta del Comune di Carmagnola, governato dal centrodestra. "Per l'esibizione avevano  pattuito 600 euro ma abbaimo detto no - conclude amareggiato Baraldo -  la richiesta era  davvero inaccettabile perchè molti componenti del gruppo arrivano da Paesi dove c'erano dittature e sono scappati per questo motivo.  Bella Ciao è una canzone che racconta la libertà e  la Liberazione".

Territori

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica