Scandalo protesi, ortopedico di Ivrea indagato nella maxi operazione della GdF

Stampa Home
Articolo pubblicato il 15/09/2017 alle ore 15:38.
Scandalo protesi, ortopedico di Ivrea indagato nella maxi operazione della GdF  2
Scandalo protesi, ortopedico di Ivrea indagato nella maxi operazione della GdF 2

Ivrea. C'è anche l'ex direttore   dell’Ortopedia e Traumatologia di Ivrea tra gli indagati dell'operazione "Disturbo" condotta dalla GdF di Milano e coordinata dalla Procura di Monza. 21 le misure cautelari emesse nei confronti delle persone coinvolte, a diverso titolo, per associazione per delinquere, corruzione e falso ideologico in atti pubblici.

Il medico eporediese è   Paolo Ghiggio (in foto), ai domiciliari   specializzato in Ortopedia e Traumatologia, Medicina dello Sport e Chirurgia della Mano, ha iniziato la carriera professionale nel 1975. Nel 1979 è iniziato il suo percorso lavorativo nell’ambito dell’Ortopedia e Traumatologia di Ivrea, dove è diventato responsabile del modulo di Chirurgia della mano dal 1985 al 1998; nel 1998 gli è stato conferito l’incarico di direttore della struttura operativa, incarico che ha svolto nelle due sedi ospedaliere di Ivrea e di Cuorgnè a partire dal 2006. Da gennaio 2013 ad agosto 2014, oltre a dirigere l’Ortopedia e Traumatologia di Ivrea, ha svolto anche la funzione di responsabile a scavalco dell’Ortopedia e Traumatologia di Ciriè-Lanzo. Membro della Società italiana di chirurgia della mano, della Società italiana di ortopedia e traumatologia, della Società ortopedici traumatologi ospedalieri piemontesi) e dell’Ortopedici e traumatologi ospedalieri d’Italia), Ghiggio è autore di oltre ottanta pubblicazioni scientifiche inerenti all’ortopedia e traumatologia e, in particolare, alla chirurgia della mano.

L’indagine, svolta dal Nucleo di Polizia Tributaria di Milano e coordinata dalla Procura della Repubblica di Monza, ha consentito di svelare un articolato meccanismo corruttivo, ideato e realizzato dai rappresentanti di una società produttrice di protesi, con il coinvolgimento di diversi medici chirurghi specialisti in ortopedia, operanti presso strutture sanitarie private accreditate con il S.S.N., presenti su tutto il territorio nazionale, nonché di medici di base convenzionati con il S.S.N.  

Territori

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica